24. Collina

Ambito di carattere storico artistico che si caratterizza a livello morfologico per l'elevata qualità ambientale e per la presenza di tipologie edilizie non intensive, con prevalenza di ville e villini. La collina di Torino ha avuto e ha mantenuto nel tempo caratteri alternativi e contrapposti rispetto alla città. Dalla “Montagna” seicentesca con ville, vigne produttive e luoghi di delitia, divenuta “villeggiatura”, prima per i nobili e la corte e poi per la borghesia tra il XVIII e il XIX secolo, risulta oggi più strettamente connessa con la città e sede di residenza stabile, secondo un processo innescato con l’espansione di Torino del XX secolo. E’ costituita da una vasta area verde su cui risultano emergenti poli religiosi e una serie di edifici residenziali spesso circondati da parchi. Le vie principali sono: corso Casale, corso Moncalieri, strada di Cavoretto, strada del Fioccardo, corso Chieri, strada del Traforo del Pino.